Case stregate: il design di Maga Magò

Case stregate, il design di Maga Magò. Tremate, tremate, le streghe son tornate! No, non è (nel mio caso) uno slogan femminista ma un omaggio alle cattive del mondo delle fiabe, che da sempre mi affascinano. Povero mio figlio, ho un animo molto dispettoso! E il peggio è che l’attrazione fatale in quest’ultimo periodo è aumentata. La casa si è riempita, senza nemmeno farci caso, di barattoli, ampolle, vecchie damigiane di vetro che abbellisco con fiori, rami e piante. Insomma, un laboratorio degno di Maga Magò.

Poi, visto che non credo al caso, mi è capitato un evento che mi ha assolutamente convinta della mia connessione con la stregoneria. Ho trovato una piuma nera corvina sulla maniglia del box doccia mentre mi accingevo ad entrarci. Ora, come faceva quella piuma a trovarsi proprio lì non me lo so spiegare. Ma guarda caso da qualche tempo sto facendo “pulizie mentali”, ricontattando quel lato oscuro che prima o poi (lo sapevo) avrei dovuto affrontare. E guarda caso la piuma nera, secondo il mio amato Jung, rappresenta simbolicamente il lato ombra. Coincidenze? Dal mio punto di vista intriso di magia assolutamente no. Quella piuma è per l’appunto un simbolo che mi esorta a scavare ancor più nel profondo.

E sempre per caso, nei giorni scorsi, ho abbellito la ghirlanda di rami che ho sulla porta d’entrata, creando con un filo di lana giallo una stella a 5 punte. Te lo giuro, l’ho realizzata senza pensarci su. La coincidenza vuole che le punte del pentacolo simboleggino esotericamente i 5 elementi metafisici dell’acqua, aria, terra e fuoco mentre il cerchio rappresenterebbe l’infinito.

Il simbolo, erroneamente attribuito a Satana (in quel caso viene capovolto), ricorda ovviamente l’Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci, simboleggiando il legame che intercorre tra noi uomini e l’infinito, ovvero siamo parte di Dio, siamo un po’ Dio noi stessi. In definitiva, la stella a 5 punte simboleggia l’essere umano intento a sviluppare se stesso, l’uomo che cerca la sua anima più autentica passando attraverso le 5 punte, ovvero 5 obiettivi lungo il cammino di risveglio. Cammino che si inserisce nel cerchio che è l’universo.

Ci sei ancora? Lo so, è un po’ complesso, ma il succo spero sia chiaro e se in te alberga una strega di sicuro qualcosa hai capito (o magari intuito). E comunque tutto questo per dirti che la piuma nera (lato ombra) e il pentacolo (cammino di conoscenza di sè nonché simbolo di protezione) sono giunti, “per caso”, a casa mia, risvegliando la voglia di cambiamento come il desiderio di un ambiente domestico a misura di strega… ma luminoso. D’altronde anche il design vuole la sua parte!

Sbirciando sul web ho trovato qualche ispirazione utile, quale mi consigli? Ah, se hai proposte o trovi materiale carino mi raccomando, fammi sapere. Sono a caccia di interni stregati!

 

LA CUCINA E’ IL LORO REGNO…
n
case-stregate

 

 

 

 

DORMONO SUI TETTI…
n

 

 

 SI CONCEDONO BAGNI AL CHIARO DI LUNA

n

 

 

 

 QUI LE STREGHE CONCEPISCONO NUOVI INTRUGLI…

j

 

 

 

 

 

LE PIU’ MODERNE OSANO CON LINEE D’AVANGUARDIA
n

 

 

I RITRATTI DEGLI ANTENATI…

 

 

 

Share Button

laurade

Laura, illustratrice mirabilintica. Creo illustrazioni folk e abiti multietnici in collaborazione con sarti di tutto il mondo.

8 Comments

  1. Delle volte mi sento un po' strega…forse mi comporto come tale con i miei figli. Il mio caso ha ben poco a che vedere con la magia ma penso che le cose non accadano mai per caso e quel che ti sta succedendo sia veramente magico. Ecco, più che nella stregoneria, che sembra avere una accezione negativa, credo nella magia, nei segni o segnali, nellalchimia che si scatena in certi momenti,in quel l'energia che non vediamo ma che fa le scintille.
    Non ho la tua manualità ma ti ammiro e adoro vedere quanto amore metti nelle cose che fai. Anche se è amore stregato è pur sempre una magia! Quanto mi piacerebbe approfondire l'argomento. Scrivi altri post del genere, mi raccomando!

    • Ciao Valeria, mi fa davvero molto piacere che anche tu creda in queste cose. Anch'io ne sono assolutamente convinta, le energie ci sono e si muovono e ci muovono. Mi appassiona molto l'argomento anche se le mie conoscenze sono frutto di un mix di intuizione e letture varie, niente di più per ora. Poi tante cose che accadono e che poi si dimenticano, assolutamente non casuali a dispetto di quanto possa sembrare. E' vero, la stregoneria viene spesso associata al male ma secondo me dipende, credo che il cosiddetto lato oscuro sia molto importante per la crescita di ciascuno di noi. Credo che luce e ombra convivano e debbano stare in equilibrio, perlomeno negli esseri umani. E' bello scoprire che siamo accomunate anche da questa visione delle cose E grazie dell'incoraggiamento, sai, negli ultimi tempi avevo in mente di cambiare un po' il blog, continuando a parlare di design e fai da te ma in modo più personale, contaminandolo con questo lato di me più magicoe interessato alla spiritualità. Lo farò, il tuo consiglio è prezioso! Laura

  2. È vero, amore e odio convivono in noi come il bene e il male, basta dosarli bene, giusto? Se senti che è il momento di fare un cambiamento allora è proprio il momento. Spesso ci si adagia, parlo per me, ma quando arriva quella scossa, quel l'energia potente devi incanalarla in un qualcosa a cui tieni molto. Io sarò sempre qua a leggerti, mia amica di scorribande e stregonerie… Saremmo proprio una bella coppia eh? Io il naso ce l'ho di sicuro, il carattere anche… Un bacio Laura!!!

    • Penso proprio di sì, vanno dosati nel giusto mix. Grazie ancora dell'incoraggiamento, una super coppia stregata! I filtri però li lascio a te, in cucina sono una frana!

  3. Ho sempre sentito molto mio questo stile, anche molto “cabinet of curiosities”… diciamo che se potessi esprimere la vera me, casa mia sarebbe così. Da piccola adoravo scendere in giardino e preparare intrugli con quello che trovavo… famoso è rimasto il mio infuso di nido di vespa! :O 😀

    • Ah ah ah, intruglio di nido di vespa, chissà a cosa serve?!! Anch’io adoro questo stile e per quanto riguarda gli intrugli non posso che condividere, facevo la stessa cosa. Qualche volta lo faccio ancora con la scusa di mio figlio!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.