Koru – Mathilda Stillday: un avvincente viaggio nell’interiorità

Koru – Mathilda Stillday. I doni a volte fanno paura. Perché comportano responsabilità, maturità, capacità di mettersi in gioco, fiducia in se stessi. Un dono sconosciuto, mal gestito, non amato può addirittura rivelarsi controproducente. Fortuna vuole che la vita ci offre numerose chance, treni, opportunità da cogliere al volo, che possono trasformare il buio in luce. E sono proprio i doni, in questo caso extrasensoriali, il filo conduttore del primo romanzo Koru – Nuovi Inizi della trilogia di Deana dell’autrice Mathilda Stillday.

Sette le protagoniste femminili alle prese con la scoperta/riscoperta delle proprie capacità extrasensoriali, inclusa Deana Bell, 33enne “benestante di nascita, poetessa per vocazione“. A favorire l’incontro del misterioso gruppetto una serie di curiose sincronicità che le aiutano, progressivamente, a riappropriarsi di se stesse. Perché scoprirsi in possesso di un dono extrasensoriale, ma anche di una qualunque caratteristica/qualità inespressa, è un modo per conoscersi meglio. Ed è questo che ci invita a fare l’autrice attraverso un percorso di lettura da alcuni definito iniziatico, costellato di simbologie scritte e figurate.

LEGGI KORU E SCOPRI IL TUO DONO

Koru-Test

Leggere Koru aiuta a guardarsi dentro, a decifrare il linguaggio del proprio intuito, a vedere oltre le apparenze, a prestare ascolto all’interiorità. Ma anche a non dare nulla per scontato. Nemmeno i segnali e i dettagli apparentemente superflui. Spesso è proprio nell’impensabile che si celano i nostri doni, proprio come accade a Deana Bell, le cui poesie sono in realtà premonizioni.

Credo che Koru vada letto più volte perché il desiderio di assaporarlo tutto d’un fiato, complici la suspense e la rapidità degli eventi, tende a prendere il sopravvento, facendo tralasciare dettagli rilevanti. E’ senz’altro un romanzo avvincente adatto a lettori in cerca di se stessi e ad esploratori dell’ignoto.

Share Button

laurade

Laura, illustratrice mirabilintica. Creo illustrazioni folk e abiti multietnici in collaborazione con sarti di tutto il mondo.

3 Comments

  1. L’ho appena trovato (e acquistato 🙂 ) in versione ebook….lo leggerò presto!
    Mi sono anche iscritta al blog dell’autrice….molto interessante….grazie per avermela fatta conoscere 🙂

    • Ciao Serena, sì, il libro è davvero bello e poi in molte lo hanno definito iniziatico perché aiuta a scoprire qual è il nostro dono. Ovviamente potresti riconoscerne più di uno. Sono felice che tu l’abbia trovato, sì, il blog di Mathilda è davvero bello e lei bravissima. Grazie a te e fammi sapere che ne pensi del libro e se ti succede qualcosa dopo averlo letto! Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.